Giappone: +22% per il Soave by the Glass

Pubblicato il 30 ottobre 2017

Giappone: +22% per il Soave by the Glass

Con la nuova edizione di “Soave by the Glass”, la campagna promozionale coordinata dal Consorzio di Tutela in collaborazione con l’agenzia WellCome e l’ufficio Ice di Tokyo, le vendite di Soave crescono del 22% rispetto allo scorso anno. Lumino Carino” di Ehime, “Il Bacaro” di Tokyo e “Bar Ponte” di Oita vincono il contest dedicato ai locali che hanno stappato più bottiglie di Soave.

Comunicato Stampa n°34/2017 del Consorzio per la tutela vini Soave e Recioto di Soave

Cresce l’appeal del Soave in terra nipponica con l’ultima edizione di “Soave by the glass”, la campagna di promozione e valorizzazione del Soave in Giappone, coordinata dal Consorzio di tutela in collaborazione con l’agenzia WellCome e l’ufficio Ice di Tokyo.
Aumentano del 22% rispetto all’edizione precedente le bottiglie di Soave vendute nel corso dei 40 giorni di campagna, mentre i locali aderenti hanno registrato una crescita del 41%, passando dai 273 del 2016 ai 385 di quest’anno.
Tra questi “Lumino Carino” di Ehime, “Il Bacaro” di Tokyo e “Bar Ponte” di Oita si sono aggiudicati il contest dedicato ai locali che hanno proposto il Soave in maniera più originale e stappato più bottiglie.

Rispetto alle edizioni precedenti la campagna si è estesa anche geograficamente, arrivando di fatto a coprire l’intero territorio giapponese, da Hokkaido a Kyushu, coinvolgendo tra le altre città anche la capitale Tokyo e Osaka, nella regione del Kansai, seconda metropoli giapponese per numero di abitanti e polo commerciale molto dinamico. Si tratta di risultati molto positivi, che a cinque anni dall’inizio dell’azione promozionale nel mercato nipponico, evidenziano un crescente interesse per il Soave sia da parte dei consumatori sia da parte degli operatori di settore che scelgono di inserirlo sempre più frequentemente in carta vini.

La campagna rientra nell’ambito di una mirata strategia promozionale che comprende appuntamenti sia in Italia che all’estero: in tal direzione il Consorzio ha fatto della pianificazione e della calendarizzazione di eventi e di iniziative il suo punto di forza a tutto vantaggio delle aziende associate. Ecco le cantine che hanno preso parte alla missione:

Bertani Domains
Cantina del Castello
Cantina di Monteforte
Cantina di Soave
Cantine Vitevis
Corte Adami
Corte Mainente
Corte Moschina
Franchetto
Gianni Tessari
Gini
Le Albare
Le Battistelle
Montetondo
Tenuta Sant Antonio
Vicentini
Villa Erbice

«Il mercato giapponese si conferma molto ricettivo nei confronti del Soave – spiega Aldo Lorenzoni, direttore del Consorzio di tutela – e questa edizione di “Soave by the Glass” ne è l’ulteriore conferma. Quella nipponica è indubbiamente una piazza che va ascoltata e capita e oggi possiamo dire che, a cinque anni dall’avvio di questa azione, siamo in sintonia con la ristorazione e con i consumatori. Siamo di fronte ad un risultato frutto di un percorso pluriennale e scelto con lungimiranza dai nostri associati».

 

Ufficio Stampa Consorzio Tutela Vini Soave e Recioto di Soave:
Lucia Vesentini
328.4961031 – 045.7681578 – press@ilsoave.com
Sito internet: www.ilsoave.com

 

 

Read prev Read next