Parte un mese Soave a Venezia

Pubblicato il 12 settembre 2018

Parte un mese Soave a Venezia

Il Soave sarà’ protagonista per un mese nei bacari veneziani, i tipici locali dove chiunque voglia vivere una vera esperienza immersiva nella città lagunare può assaggiare un calice del grande bianco veronese accompagnato da un “cicchetto”, il crostino condito con pesce o salumi.

Nei bacari infatti, dal 15 settembre al 15 ottobre, il Soave sarà servito al calice dai preparati osti veneziani che ne descriveranno le peculiarità e gli aneddoti e lo abbineranno a saporiti cicchetti, il tutto a un prezzo promozionale. Durante il sabato e su richiesta verranno inoltre effettuati dei tour esclusivi accompagnati da un esperto sommelier che oltre a far conoscere gli angoli nascosti di Venezia permetterà di far apprezzare ai turisti le sfaccettature del Soave. Le prenotazioni dei tour si possono effettuare su www.veneziaeventi.com.

A tutti coloro che lo richiederanno, in ogni bacaro verrà consegnato un “Soave passaporto” dove si potrà segnare la degustazione effettuata. Al decimo timbro, postando sui social @soavewine e @baccarando con l’hashtag #soavebacarivenezia si avrà la possibilità di vincere con la foto più bella, una degustazione personalizzata in una cantina del Soave. Inoltre si organizzeranno delle serate con il produttore.

La presentazione dell’evento alla stampa e a tutti i suoi protagonisti si è tenuta presso la maestosa scala del Bovolo, nel cuore di Venezia.

«il legame tra Venezia e il Soave è storico e si è consolidato negli anni. – dice Aldo Lorenzoni, Consorzio del Soave – Abbiamo una forte attenzione per tutti coloro che come noi vogliono salvare le tradizioni, pur cercando di innovare il messaggio comunicativo a favore di chiunque ami la semplicità è la convivialità che il binomio Soave e bacari può’ dare.»

«In una Venezia che, a causa del turismo di massa, sta perdendo la sua identità culturale e la sua tradizione, il bacaro rimane l’ultimo baluardo dell’essere veneziano.  Dice Andrea Della Puppa, del Vecio Biavariol – queste iniziative permettono di far scoprire la vera venezianità a chiunque».

Ecco i bacari coinvolti con le cantine abbinate:

Hosteria Vecio Biavariol  – Sandro De Bruno

La Bottiglia – Gini

Al Timon – Fasoli Gino

Timon all’antica Mola – Coffele

Enoteca Do Colonne – Vicentini

Bistrot de Venise – Cantina del Castello

Al Ponte – Zambon

Bakarò – Corte Moschina

Osteria ai Osti – Tirapelle Nicola

La Vecia Papussa – El Vegro

Read prev Read next