Soave, 17 settembre 2015

 

 

È una stagione ricca di soddisfazioni per il Soave che, nel mezzo di una vendemmia oramai imminente, vede crescere il proprio appeal nelle guide italiane di settore, numerosi i premi e i riconoscimenti.

 

Comunicato Stampa n°63 /2015 del Consorzio per la tutela vini Soave e Recioto di Soave

 

In una vendemmia che si preannuncia molto positiva, non finiscono le buone notizie per il Soave premiato da una delle più importanti guide del vino: la “Vini d’Italia 2015” del Gambero Rosso .

Cru, mineralità, sapidità ed esaltazione della Garganega come vitigno autoctono motivano gli ottimi risultati raggiunti dall’annata 2013 recepiti dai giornalisti di settore, a dimostrazione che il Soave di oggi raggiunge l’apice qualitativo dopo almeno un anno e mezzo di affinamento in bottiglia, maturando in modo egregio per altri 5-10 anni. Ma non mancano i riconoscimenti all’annata 2014 più fresca e intrigante.

 

La Guida Gambero Rosso Vini d’Italia 2015 quest’anno ha premiato con i “Tre bicchieri” sette aziende del Soave:

 

Coffele – Soave doc Classico “Ca’ Visco” 2014

Pieropan – Soave doc Classico “Calvarino” 2013

Vicentini – Soave Superiore DOCG “Il Casale” 2014

Graziano Prà – Soave doc Classico “Staforte 2013

Ca’ Rugate – Soave doc Classico “Monte Alto” 2013

Tamellini – Soave doc Classico “Le bine di Costiola” 2013

Marcato – Soave doc Classico “Pigno” 2013

 

Un’altra buona notizia che corona il grande lavoro svolto da Consorzio e produttori in termini di promozione, informazione e tutela della qualità del vino Soave in un settembre ricco di impegni, non solo per la vendemmia ma anche per i numerosi incontri con buyer e giornalisti internazionali.

 

Ufficio Stampa Consorzio Tutela Vini Soave e Recioto di Soave:

– 045.7681578 – press@ilsoave.aqdemo.it
Sito internet: www.ilsoave.com